Sportello Unico Associato

Prevenzione Sismica – Invio telematico dei progetti al Settore Sismica (ex Genio Civile)

E-mail Stampa PDF

Si informa che la Giunta Regionale Toscana con delibera n. 1179 del 15/12/2014 ha deciso che la trasmissione dei progetti al Settore Sismica (ex Genio Civile) a decorrere dal gennaio 2015 dovrà avvenire in forma telematica.
Di seguito il link per accedere al Portale della Regione Toscana per la Sismica (PO.R.TO.S.)
http://www307.regione.toscana.it/web/genio-online/home

Per maggiori dettagli e informazioni si indica anche il link al portale della Prevensione Sismica
http://www.rete.toscana.it/sett/pta/sismica/03normativa/norme/telematica/index.htm

Si informa altresì che essendo in fase di definizione il sistema di interoperatività SUAP-Settore Sismica, si pensa di giungere a regime, come previsto dalla citata delibera regionale, all’invio dei progetti a PO.R.TO.S. attraverso il portale del SUAP nella seconda metà del 2015.
Di seguito si indicano le fasi di attivazione delle procedure telematiche per giungere al definitivo invio attraverso il SUAP:
FASE 1 – (presumibilmente fino a marzo) – Presentazione dei progetti direttamente al Settore Sismica territoriale di competenza attivando i link indicato;
FASE 2 – (presumibilmente fino a giugno) – Presentazione dei progetti al SUAP attraverso il portale del SUAP che provvederà all’inoltro al Settore Sismica territoriale di competenza;
FASE 3 – (presumibilmente decorrenza luglio) – Presentazione dei progetti al SUAP attraverso il portale del SUAP che invierà per interoperatività la documentazione al Settore Sismica territoriale di competenza (vale a dire attraverso una procedura automatica di trasferimento dei dati e dei files).

Ultimo aggiornamento Lunedì 19 Gennaio 2015 07:58
 

Programma comunale degli impianti di radiocomunicazione 2014 - 2016

E-mail Stampa PDF

 Il Consiglio Comunale in data 28 novembre 2014 con delibera n. 179 ha approvato il Programma comunale degli impianti di radiocomunicazione 2014 – 2016. Con tale strumento il Comune di Rosignano Marittimo intende raggiungere quattro obiettivi:
- assicurare la massima trasparenza del lavoro svolto dal Comune su un importante argomento quale l'elettromagnetismo. Tutti i cittadini possono così verificare lo stato attuale degli impianti di radiocomunicazione e quelli in programma;
- garantire lo sviluppo delle reti di radiocomunicazione compatibilmente con le esigenze socio-economiche del territorio, nel rispetto del paesaggio e delle norme ambientali più in generale, come definite dagli strumenti di pianificazione e programmazione territoriali;
- consentire ai gestori degli impianti di radiocomunicazione di realizzare i propri programmi di sviluppo delle reti, sempre compatibilmente con le esigenze socio-economiche sopra indicate e nel rispetto dei regolamenti comunali;
- consentire al SUAP che esegue l'istruttoria delle pratiche di agire più celermente avendo un punto di riferimento programmatico certo, quale il programma comunale degli impianti.

Programma comunale degli impianti di radiocomunicazione 2014-2016

Dichiarazione di sintesi Programma 2014-2016

Rapporto ambientale VAS

Parere motivato di compatibilità ambientale

Tavola quadro di unione

Tav. 1 Gabbro

Tav. 2 Nibbiaia

Tav. 3 Castelnuovo della Misericordia

Tav. 4 Castiglioncello Nord

Tav. 5 Castiglioncello Sud

Tav. 6 Rosignano Solvay Nord-Ovest

Tav. 7 Rosignano Solvay Nord-Est

Tav. 8 Rosignano Solvay Sud-Ovest

Tav. 9 Rosignano Solvay Sud-Est

Tav. 10 Rosignano Marittimo

Tav. 11 Vada

Tav. 12 La Mazzanta

Tavola adeguamenti non inseriti nel programma

Regolamento della telefonia mobile

Art. 101 N.T.A. del Regolamento Urbanistico

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Maggio 2015 09:18
 

Regolamento per la Gestione Ambientale delle iniziative di somministrazione temporanea e delle sagre

E-mail Stampa PDF

Nella primavera scorsa, il Comune di Rosignano Marittimo ha approvato il Regolamento per la Gestione Ambientale delle iniziative di somministrazione temporanea e delle sagre. Il Regolamento contiene disposizioni e criteri per la gestione ambientale corretta e sostenibile delle manifestazioni e introduce agevolazioni destinate alle iniziative che valorizzano e promuovono tipicità locali. Si suggerisce di prendere visione del nuovo Regolamento a chi intenda organizzare tali eventi e ai soggetti professionali che li supportano, tenendo presente, quindi, che il punto 11. MISURE DI ECO-COMPATIBILITAdel Vademecum Feste Temporanee è sostituito dalla disciplina contenuta nel nuovo Regolamento.
Il Regolamento per la Gestione Ambientale delle iniziative di somministrazione temporanea e delle sagre è consultabile nella sezione “Normativa”, categoria “Comunale – Rosignano Marittimo”.
Tra le novità, si segnala la figura del/la Responsabile della Gestione dei Rifiuti; chiunque organizza iniziative di somministrazione temporanea e sagre deve individuarlo/a e comunicare il nominativo al Servizio Commercio. Tale comunicazione dovrà sempre essere allegata alla notifica igienico-sanitaria per somministrazione temporanea. Il modello per comunicare il/la Responsabile della Gestione dei Rifiuti, identificato dal codice 13.02, si trova nella sezione “Procedimenti SUAP”, voce “Modelli”, categoria “Commercio e esercizi di somministrazione”.

Testo Regolamento

 Modello comunicazione responsabile

 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Novembre 2014 11:54
 

Tariffario prestazioni ASL

E-mail Stampa PDF

Dal 01/008/2015 è in vigore il nuovo tariffario delle prestazioni del Dipartimento della Prevenzione Azienda USL n 6 Livorno (Deliberazione GRT n. 39/2015 - Determinazione del Direttore Generale n. 223/2015 - Decreto Dirigenziale n. 931/2015).

Il tariffario prevede tra l'altro il pagamento di diritti di istruttoria ASL, anche relativamente a pratiche presentate al SUAP, per le quali gli utenti devono allegare alla pratica on line il documento relativo al versamento effettuato. Si precisa che le modalità di pagamento sono:

- (AZ.USL n° 6 di Livorno-bonifico bancario anche online, IBAN IT87 D 05034 13900 000000000820);
- (AZ.USL n° 6 di Livorno- c/c postale 10415578).

Il documento di pagamento nella causale deve contenere anche le seguenti annotazioni:

1) codice della prestazione (1° colonna del tariffario);

2) centro di costo e ricavo ed in particolare : A) Igiene e Sanità Pubblica zona Bassa Val di Cecina- AC2100AZ - B) Veterinaria e Sicurezza Alimentare zona Bassa Val di Cecina – AC2200AZ;

3) tariffa soggetta/non soggetta ad IVA;

4) tariffa soggetta /non soggetta ad Enpav.


Tariffario

Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Agosto 2015 07:10
 

Servizi Educativi per la prima infanzia. Autorizzazione e accredtiamento on-line

E-mail Stampa PDF

Nel rispetto di quanto previsto dall’art. 50 del D.P.G.R. 30 luglio 2013 n. 41/R, le domande per l’autorizzazione e l’accreditamento di un servizio per la prima infanzia, gestito da privati, sono presentate al SUAP.
L’interessato o un suo rappresentante delegato alla presentazione della domanda, deve attivare la procedura di presentazione on-line “Procedimento Standard” previa registrazione e autenticazione con smart-card abilitante alla firma digitale.
Alla procedura on-line deve essere allegato il “Modello autorizzazione servizio prima infanzia- accreditamento”, nonché la documentazione prevista dal Regolamento comunale all’art. 3 per l’autorizzazione e all’art. 11 per l’accreditamento.
Qualora il titolare per l’inoltro dell’autorizzazione/accreditamento, debba ricorrere ad una terza persona per la presentazione della pratica, in quanto non in possesso di smart-card abilitante alla frima digitale, dovrà essere compilato e sottoscritto il modello di procura che potrà essere scaricata dalla voce “Modelli” del menù del portale, oppure dopo l’avvio della procedura nella scheda del “Procedimento Standard”.
La domanda è in bollo (€ 16,00) per cui insieme alla documentazione dovrà essere inviato un file pdf con la scansione delle due marche, considerato che la seconda è relativa al rilascio dell’atto. Il numero identificativo della prima marca dovrà essere riportato dal richiedente sul modello di autorizzazione/accreditamento. Le due marche dovranno essere annullate e conservate dal titolare insieme alla documentazione relativa alla pratica.
La procedura si conclude con il rilascio dell’atto del SUAP entro 60 giorni dal ricevimento della domanda, salvo interruzione dei termini per chiarimenti e assenza di documentazione.

L.R. 26 luglio 2002 n. 32

D.P.G.R. 30 luglio 2013 n. 41/R

Delibera C.C. 7 aprile 2009 n. 74 (Regolamento comunale)

Modello autorizzazione/accreditamento

Informazioni sul Bollo

Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Luglio 2014 08:51
 


Pagina 3 di 4

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Guarda nel dettaglio i termini della legge sulla gestione dei Cookies al Tasto INFO

I accept cookies from this site.

leggi nel dettaglio il trattamento dei cookies per questo sito